PERCORSI PER LE COMPETENZE TRASVERSALI E PER L'ORIENTAMENTO - PCTO

 

PERCORSI PER LE COMPETENZE TRASVERSALI E PER L’ORIENTAMENTO

L’Alternanza Scuola-Lavoro (ASL), obbligatoria per tutti gli studenti del secondo biennio e dell'ultimo anno della scuola secondaria di secondo grado, è stata una delle innovazioni più significative introdotte dalla Legge n.107 del 2015 (“La Buona Scuola”).

In particolare, la legge prevede che i percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro, da inserire nel Piano triennale dell’offerta formativa delle scuole, abbiano una differente durata complessiva a seconda dell’ordinamento scolastico:

  • almeno 400 ore negli istituti tecnici e professionali;
  • almeno 200 ore nei licei.

L'Alternanza Scuola-Lavoro consiste nella realizzazione di percorsi co-progettati, attuati, verificati e valutati, sotto la responsabilità dell’Istituzione Scolastica, sulla base di apposite convenzioni con le università, con imprese e rispettive associazioni di rappresentanza, con enti pubblici e privati, ivi inclusi quelli del terzo settore, con gli ordini professionali, con i musei e gli altri enti che svolgono attività afferenti al patrimonio ambientale, con enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI, ecc., disponibili ad accogliere gli studenti per periodi di apprendimento in situazione lavorativa, che, tuttavia, non costituiscono rapporto individuale di lavoro.

I percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro hanno una struttura flessibile e si articolano in periodi di formazione in aula e periodi di apprendimento mediante esperienze di lavoro, volti alla realizzazione del profilo educativo, culturale e professionale degli allievi in relazione alla loro età, tenendo conto degli obiettivi formativi dei diversi percorsi di studio. Tali percorsi offrono agli studenti l’opportunità di inserirsi, nei periodi stabiliti con la struttura ospitante, in contesti lavorativi adatti a stimolare la propria creatività, a favorire lo sviluppo delle competenze in cui rientrano l’imprenditorialità, l’innovazione e l’assunzione di rischi, come anche la capacità di pianificare e di gestire progetti per raggiungere obiettivi.

La Nota MIUR n.3380 del 18/02/2019, già a partire dall'anno scolastico 2018-2019, ha previsto che i progetti di ASL fossero ridenominati “Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento” (PCTO), revisionando anche il monte ore minimo degli stessi che, peri i licei, non dovrà essere inferiore a 90 ore.

Alle scuole è stata data la possibilità di rimodulare la durata dei percorsi già progettati anche in un’ottica pluriennale, laddove, in coerenza con il Piano triennale dell’offerta formativa, gli organi preposti alla programmazione didattica ne ravvedano la necessità. Il MIUR ha definito le nuove Linee guida in merito ai suddetti percorsi, che hanno trovato applicazione a partire dall’anno scolastico 2019-20.

https://www.miur.gov.it/web/guest/-/decreto-ministeriale-n-477-del-4-settembre-2019 pk_vid=3bed73540bcdce9f158410935570f7b5

Nonostante il ridimensionamento delle ore, i PCTO non hanno perso il loro valore formativo. Infatti nel colloquio del nuovo Esame di Stato (a.s. 2018-19) è prevista anche una relazione sui percorsi svolti nel triennio, come si evince dall' articolo 19 dell’Ordinanza Ministeriale n. 205 del 11 marzo 2019: " ... nell’ambito del colloquio, il candidato interno espone, inoltre, mediante una breve relazione e/o un elaborato multimediale, le esperienze svolte nell’ambito dei percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento, previsti dal D. LGS. N. 77 del 2005, e così rinominati dall’ART.l, CO. 784, della L.30 dicembre 2018, n. 145. Nella relazione e/o nell’elaborato, il candidato, oltre a illustrare natura e caratteristiche delle attività svolte e a correlarle alle competenze specifiche e trasversali acquisite, sviluppa una riflessione in un’ottica orientativa sulla significatività e sulla ricaduta di tali attività sulle opportunità di studio e/o di lavoro post-diploma".

https://www.miur.gov.it/documents/20182/0/OM+n+205.pdf/5b13a3f8-845b-49be-a52d-6659e66023da?pk_vid=e8ecb9cce072f01c158411102170f7b5

 

I progetti del Liceo Talete

I PCTO proposti dal Liceo Talete sono principalmente di tipo orientativo, e, partendo dalle caratteristiche personali ed individuali dello studente, hanno la finalità di fornire maggiore consapevolezza per una scelta universitaria mirata e coerente con le proprie inclinazioni e con i propri obiettivi lavorativi futuri.

Tali percorsi spaziano fra differenti ambiti, quali divulgazione scientifica, artistica, ricerca, informatica, linguistica, volontariato, realizzazione di eventi, attività museali, attività sportive, ecc.

 

Per visualizzare alcuni progetti ai quali gli studenti del Liceo Talete hanno partecipato nel corso dell'anno scolastico 2018-2019 CLICCA QUI

 

Studenti che praticano sport di alto livello agonistico

Gli studenti-atleti di alto livello agonistico, previa attestazione da parte della Federazione sportiva di appartenenza circa la sussistenza dei necessari requisiti richiesti, hanno la possibilità di ricomprendere tali impegni sportivi nelle attività di PCTO.

La Prof.ssa Balestra si occupa di coordinare le attività degli studenti rientranti in questa sperimentazione del MIUR che sono, a tal scopo, esonerati dall’obbligo di svolgere il PCTO con i propri compagni di classe.

 

Studenti che frequentano esperienze di studio o formazione all’estero

Gli studenti che frequentano esperienze di studio o formazione all’estero (intero anno scolastico, primo periodo, stage linguistici di varia durata) hanno la possibilità di valorizzare le competenze acquisite attraverso la certificazione delle stesse da parte del Consiglio di Classe come PCTO.

 

Formazione degli studenti sulla sicurezza

La Guida operativa per le scuole predisposta dal MIUR affronta il tema della salute e sicurezza degli studenti presso le strutture ospitanti.

In particolare, l'impegno per l'istituzione scolastica riguarda sempre la formazione generale, che viene certificata da un attestato di frequenza, previo superamento di un questionario, costituente un credito formativo permanente in base a quanto indicato dall'Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011. 
Con riguardo, invece, alla formazione specifica, lo studente che partecipa alle attivtà di PCTO dovrà svolgere una formazione di durata variabile, in funzione del settore di attività svolta dalla struttura ospitante e del relativo profilo di rischio. 

A tal fine, è stata attivata una piattaforma online per l’informazione e la formazione obbligatoria in materia di salute e sicurezza per tutti gli studenti delle classi terze impegnati nelle attività di PCTO.

Gli studenti ricevono le credenziali di accesso all’indirizzo di posta elettronica personale comunicato al Docente Referente, nonché tutte le informazioni ed il supporto necessario per poter seguire il corso al seguente link: https://www.elearningscuola.it/lms/

 

 

Docente Referente per i PCTO: Prof.ssa Claudia Careri
Contatti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Allegati:

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.