PNSD

Piano Scuola Digitale d’Istituto - Liceo Scientifico Talete

Premessa

Il Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD)  è una delle linee di azione della legge 107, “Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti”, ed è valido fino al 2020 – adottato con Decreto Ministeriale n. 851 del 27 ottobre 2015.

Il PNSD prevede tre grandi linee di attività in merito a miglioramento dotazioni hardware, attività didattiche e formazione degli insegnanti. Ciascuna di queste mette in campo finanziamenti, quasi tutti tramite bando di progetti che le scuole devono presentare.

Le azioni del PNSD sono programmate secondo piani di finanziamento di sostegno al conseguimento degli obiettivi tematici dell' Accordo di partenariato che è lo strumento con cui la Commissione Europea ha adottato un Accordo di Partenariato con l'Italia in cui si definisce la strategia per un uso ottimale dei Fondi strutturali e di investimento europei per il periodo 2014-2020.

L'Accordo di Partenariato prevede, nel campo dell’istruzione, le seguenti linee di indirizzo strategico: la “diffusione della società della conoscenza nel mondo della scuola” e “l’adozione di approcci didattici innovativi, attraverso il sostegno all’accesso a nuove tecnologie e la fornitura di strumenti di apprendimento adeguati” finalizzate al “miglioramento dei livelli di apprendimento degli allievi”. In questo senso “la programmazione 2014-2020 deve fornire un apporto essenziale all’accelerazione dei processi di innovazione della scuola e della formazione italiana, in linea con gli obiettivi dell’Agenda Digitale Europea e della strategia dell’Agenda Digitale Italiana, intervenendo in direzione di una maggiore semplificazione e digitalizzazione del mondo dell’istruzione e della formazione (…)”.

Il comma 58 della Legge 107/15 definisce gli obiettivi strategici del PNSD:

  1. realizzazione di attività volte allo sviluppo delle competenze digitali degli studenti

  2. potenziamento degli strumenti didattici e laboratoriali necessari a migliorare la formazione e i processi di innovazione delle istituzioni scolastiche

  3. adozione di strumenti organizzativi e tecnologici per favorire la governance, la trasparenza e la condivisione di dati, nonché lo scambio di informazioni

  4. formazione dei docenti;

  5. formazione dei direttori dei servizi generali e amministrativi, degli assistenti amministrativi e degli assistenti tecnici per l'innovazione digitale nell'amministrazione;

  6. potenziamento delle infrastrutture di rete, con particolare riferimento alla connettività nelle scuole;

  7. valorizzazione delle migliori esperienze delle istituzioni scolastiche anche attraverso la promozione di una rete nazionale di centri di ricerca e di formazione;

  8. definizione dei criteri e delle finalità per l'adozione di testi didattici in formato digitale e per la produzione e la diffusione di opere e materiali per la didattica, anche prodotti autonomamente dagli istituti scolastici. (fonte FLC CGIL)

Animatore Digitale

L’azione #28 del Piano Nazionale Scuola Digitale prevede la nomina di un docente ad “animatore digitale” ossia un docente che deve elaborare progetti ed attività per diffondere l’innovazione nella scuola secondo le linee guida del PNSD. Secondo il Prot. n° 17791 del 19/11/2015 l'AD riceverà una formazione specifica al fine di “favorire il processo di digitalizzazione delle scuole nonché diffondere le politiche legate all'innovazione didattica attraverso azioni di accompagnamento e di sostegno sul territorio del Piano nazionale Scuola digitale”.

Il suo profilo (cfr. azione #28 del PNSD) è rivolto a:

  • FORMAZIONE INTERNA: stimolare la formazione interna alla scuola negli ambiti del PNSD, attraverso l’organizzazione di laboratori formativi (senza essere necessariamente un formatore), favorendo l’animazione e la partecipazione di tutta la comunità scolastica alle attività formative, come ad esempio quelle organizzate attraverso gli snodi formativi.
  • COINVOLGIMENTO DELLA COMUNITA’ SCOLASTICA: favorire la partecipazione e stimolare il protagonismo degli studenti nell’organizzazione di workshop e altre attività, anche strutturate, sui temi del PNSD, anche attraverso momenti formativi aperti alle famiglie e ad altri attori del territorio, per la realizzazione di una cultura digitale condivisa.
  • CREAZIONE DI SOLUZIONI INNOVATIVE: individuare soluzioni metodologiche e tecnologiche sostenibili da diffondere all’interno degli ambienti della scuola (es. uso di particolari strumenti per la didattica di cui la scuola si è dotata; la pratica di una metodologia comune; informazione su innovazioni esistenti in altre scuole; un laboratorio di coding per tutti gli studenti), coerenti con l’analisi dei fabbisogni della scuola stessa, anche in sinergia con attività di assistenza tecnica condotta da altre figure.

PIANO SCUOLA DIGITALE D’ISTITUTO

per il PTOF 2016-19

 

L'Animatore Digitale, con il Dirigente Scolastico, il Direttore Amministrativo e il  Team per l’Innovazione Digitale, è il protagonista dell’Azione#4 (Spazi e Ambienti per l’Apprendimento) del Piano Nazionale Scuola Digitale, è la figura che ha il compito di accompagnare, monitorare le azioni che promuovono la digitalizzazione.

Il Liceo Talete, già da diversi anni, ha intrapreso la strada dell’innovazione digitale e dell’adeguamento delle sue infrastrutture informatiche, vincendo un bando della Fondazione Roma che ha permesso la realizzazione di un nuovo Laboratorio di Informatica, e altri diversi bandi che hanno permesso l’ampliamento della rete cablata e wireless, la diffusione delle attrezzature informatiche e  multimediali nelle aule e il raggiungimento di uno standard apprezzabile di digitalizzazione necessario per la realizzazione del progetto DADA. Ma ancora molto c’è da fare …

Le azioni richieste e le risorse previste dal PNSD sono da intendersi, quindi, una opportunità di progressivo e adeguamento dei livelli di diffusione e accessibilità delle risorse digitali nella didattica ordinaria, e nella gestione amministrativa. Si elencano qui di seguito le AZIONI (indicate con #) e i corrispondenti ambiti che sono già state realizzate o stanno per attivarsi :

ACCESSO ALLA RETE #2

Cablaggio interno/connessione wifi del 100% degli spazi della scuola, con estensione prevista della rete cablata interna al 90% degli spazi.

SPAZI E AMBIENTI PER L'APPRENDIMENTO #4

6 Aule LIM - 17 Aule con VP - 5 Aule Laboratorio con LIM/VP - 1 Aula Magna con VP

IDENTITA' DIGITALE #11 - #12  

#11 Digitalizzazione amministrativa - in atto da quest'anno

#12 Registro elettronico

FORMAZIONE DEL PERSONALE #25

#25 - Formazione in servizio per l'innovazione didattica e innovativa. Diversi docenti hanno partecipato ai corsi di formazione PSND organizzati lo scorso anno.

PROGETTI SU METODOLOGIE INNOVATIVE PER LA DIDATTICA E LA TRASFORMAZIONE DEGLI SPAZI DI APPRENDIMENTO

  • Progetti E-Twinning / Erasmus - Partecipazione a progetti collaborativi europei basati sull’impiego delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione tipiche della online-collaboration
  • Progetti in rete

ATTIVITÀ DIDATTICO-METODOLOGICHE INNOVATIVE

GOOGLE-APPS

Si propone l’introduzione dell’uso del supporto gratuito Google Apps for Education
- per un nuovo ambiente di apprendimento e condivisione integrato, che permetta la facilitazione degli scambi e della comunicazione tra tutte le figure del mondo scolastico: personale ATA, docenti, studenti, famiglie

A partire dalle progettualità già attuate e dalle potenzialità già esistenti, l'animatore digitale è incaricato, insieme con il Team per l’Innovazione Digitale, di gestire le azioni di avvio del PNSD:

  • PUBBLICAZIONE del Piano Nazionale Scuola Digitale sul sito della Scuola nella sezione PSND, appositamente dedicata e finalizzata alla raccolta di informazioni e strumenti utili per la diffusione dei fini del PNSD. Potenziamento del sito della scuola in termini di accessibilità delle informazioni, e creazione di uno staff di docenti/personale amministrativo che possa gestire autonomamente le diverse sezioni del sito in modo autonomo.
  • DETERMINAZIONE DEL PROFILO E RILEVAZIONE DEI BISOGNI A integrazione e supporto di tale fase, è cruciale l’uso di questionari online come strumenti di partenza per determinare il profilo dei docenti che insegnano nella scuola. Si ritiene utile avere una "fotografia" del corpo docente per modulare l’intervento formativo in funzione dei bisogni che emergono, ma non solo, si vuole, con queste prime azioni, creare un clima di collaborazione nel rispetto dei diversi modelli e pratiche didattiche che permettano di trovare una linea comune e avviare una riflessione sulle azioni future. A tal scopo verranno diffusi, nel corso del primo anno del triennio, dei questionari online, e verrà organizzata una serie di incontri formativi sull’uso degli strumenti digitali più richiesti, emersi dalla rilevazione dei bisogni.
  • RICOGNIZIONE. Il terzo passo è fare una ricognizione puntuale di tutte le “buone pratiche” (digitali e non) che nel nostro istituto vengono già attuate senza la giusta visibilità. Tale ricognizione dovrebbe tenere presenti anche i risultati evidenziati nel RAV. Lo strumento utilizzabile per tale ricognizione potrebbe essere una repository di documenti in cloud, appositamente realizzata. La possibilità di disporre in un unico “contenitore” di tutti i prodotti didattici e formativi realizzati dai diversi docenti, e/o studenti aumenterebbe moltissimo le potenzialità di diffusione delle”buone pratiche”. 
    I docenti che oggi già utilizzano le nuove tecnologie si sono formati per lo più da soli, hanno sperimentato a loro spese senza, in genere, una visione di insieme e di “lunga durata”; questo ha prodotto senza dubbio buone pratiche che, nella maggior parte dei casi, non sono state condivise o rese sistematiche. Il PNSD richiede alle scuola maggiore sistematicità e coerenza e suggerisce di iniziare il percorso verso l’adozione di approcci didattici innovativi proprio da riflessione comuni sui punti di forza delle esperienze fatte. Le buone pratiche riflessive hanno il compito di supportare il rinnovamento della professionalità docente e che le ICT da sole non sono in grado di creare un nuovo modello di scuola anche se forniscono l'opportunità di riflettere su nuovi modelli di interazione didattica.
  • PEDAGOGIE. In questa prima fase il PNSD invita i docenti a riflettere e valutare su ciò che si vuol fare di innovativo (con le tecnologie ma non solo) secondo la linea di azione della Legge 107; tenendo sempre presente, come più volte ribadito nel documento, che il compito principale della scuola è quello di fare buona didattica, con l’aiuto di buoni contenuti, rafforzando le competenze e gli apprendimenti degli studenti. 
    Al contempo sono previste azioni che, valorizzando le competenze digitali già possedute da ciascun docente, siano in grado di sviluppare dinamiche di lavoro in gruppo e di peer learning, anche secondo la metodologia Flipped Classroom.
  • INTERVENTI AD HOC. Chiarite le “pedagogie” che si vogliono perseguire e i mezzi idonei a farlo, l’AD potrà progettare gli interventi di formazione. Si suggerisce di lavorare per interventi trasversali, almeno in questa fase iniziale e poi calarli, successivamente, nei singoli ambiti disciplinari. Tale fase di formazione potrebbe essere permanente, sull’intero arco del triennio.
  • VALUTAZIONE e AUTOVALUTAZIONE. Al termine dell’anno scolastico l’AD potrà già elaborare alcune preliminari conclusioni sui primi interventi ed approcci da lui coordinati. Ad esempio potrà esprimersi sul grado di partecipazione dei propri colleghi in seno alla fase di RICOGNIZIONE e alla fase di INTERVENTO. Allo stesso modo, per deontologia professionale e per trasparenza, è bene che chieda ai colleghi un giudizio sul suo operato, anche per poter eliminare, per i mesi a venire (non dimentichiamo che l’AD è in carica 3 anni), eventuali criticità motivate da inesperienza e complessità dell’incarico.

Piano triennale per l’innovazione digitale

 

FORMAZIONE INTERNA

2016-2017

2017-2018

2018-2019

  • Partecipazione dell’AD e del Team per ID alla specifica formazione

  • Partecipazione alla rete territoriale e Nazionale Animatori Digitali

  • Incontri in presenza con il corpo docenti

  • Formazione sull’uso di risorse di strumenti digitali di office web based

  • Creazione di un team di supporto alla digitalizzazione
    (4-5 docenti interessati a comporre un gruppo  a supporto delle azioni PNSD)

  • Supporto formativo utilizzo spazi web Istituto per formare staff gestione sito web

  • Supporto formativo per il personale ATA su utilizzo risorse email e mailing list

  • Supporto formativo per il personale ATA per la gestione calendari prenotazione centralizzata online aule speciali

  • Formazione docenti sull’utilizzo delle Google Apps: Gdrive, GDocs, GSheets, GForms e strumenti di condivisione in cloud

  • Partecipazione a progetti internazionali (eTwinning, ERASMUS)

  • Partecipazione a bandi nazionali, europei ed internazionali

  • Questionario valutazione della formazione  

  • Partecipazione alla rete territoriale e Nazionale Animatori Digitali

  • Segnalazione di eventi / opportunità formative in ambito digitale

  • Rilevazione dei bisogni formativi di docenti e studenti

  • Formazione su sicurezza e privacy in rete

  • Nuovo ciclo di formazione per l’uso di strumenti digitali per la didattica (competenze base)

  • Formazione per l’uso di strumenti digitali per l’e-learning (competenze avanzate)

  • Sollecitazione ad una riflessione comune su pensiero computazionale,  coding, cittadinanza digitale

  • Formazione docenti sull’utilizzo delle Google Apps: Gdrive, GDocs, GSheets, GForms e strumenti di condivisione in cloud

  • Sperimentazione e diffusione di metodologie e processi di didattica attiva e collaborativa

  • Sessioni formative per amministratori sito web

  • Sessioni formative utilizzo spazi web per personale della scuola

  • Partecipazione a progetti internazionali ( etwinning, Erasmus+ )

  • Partecipazione a bandi nazionali, europei ed internazionali

  • Partecipazione alla rete territoriale e Nazionale Animatori Digitali

  • Azione di segnalazione di eventi / opportunità formative in ambito digitale

  • Monitoraggio attività e rilevazione del livello di competenze digitali acquisite

  • Formazione per la stesura da parte di ogni studente del proprio e-portfolio, atto anche alla registrazione delle attività svolte nell’ambito di alternanza scuola-lavoro (cfr. azione #9 del PNSD)

  • Formazione alla stesura di portfolio per docenti

  • Creazione e utilizzo di cloud di Istituto

  • Progettazione di percorsi didattici integrati basati sulla didattica per competenze

  • Progettazione di percorsi di e-learning tramite utilizzo della piattaforma Google Suite for Education come strumenti integrati per potenziare e rendere interattivo il processo di insegnamento/apprendimento

  • Sperimentazione di percorsi didattici basati sull’utilizzo di dispositivi individuali (BYOD)

  • Partecipazione a progetti internazionali ( etwinning, Erasmus+ )

  • Partecipazione a bandi nazionali, europei ed internazionali

COINVOLGIMENTO DELLA COMUNITA’ SCOLASTICA

2016-2017

2017-2018

2018-2019

  • Pubblicizzazione e socializzazione delle finalità del PNSD per docenti e studenti

  • Creazione di una sezione dedicata sul sito della scuola

  • Questionario profilatura digitale docenti

  • Questionario Conoscenza delle Tecnologie

  • Questionario delle aspettative

  • Coordinamento con lo staff di direzione, con le figure di sistema e con gli Assistenti
    Tecnici

  • Progettazione del nuovo sito web della scuola, che ottimizzi la accessibilità,anche da dispositivi mobili,  e permetta all’intero staff web di gestirne autonomamente e in modo decentrato le diverse sezioni

  • Realizzazione di servizi digitali che potenzino il sito web della scuola e favoriscano il processo di dematerializzazione del dialogo scuola-famiglia

  • Utilizzo di uno spazio cloud d’Istituto per la condivisione di attività e la diffusione delle
    buone pratiche (Google apps for Education/Moodle)

  • Realizzazione di account Twitter di Istituto per la comunicazione rapida e informale a docenti, ATA, studenti e famiglie di informazioni, e sua diffusione

  • Partecipazione alla comunità E-twinning e Erasmus

  • Partecipazione   a bandi nazionali,   europei ed internazionali anche attraverso accordi di rete con altre istituzioni scolastiche / Enti / Associazioni / Università 

  • Realizzazione del nuovo sito web della scuola

  • Eventi aperti al territorio, con particolare riferimento ai genitori e agli alunni sui temi del PNSD (cittadinanza digitale, sicurezza, uso dei social network, educazione ai media, cyberbullismo)

  • Realizzazione di servizi digitali che potenzino il sito web della scuola e favoriscano il processo di dematerializzazione del dialogo scuola-famiglia

  • Realizzazione di nuovi spazi cloud per la didattica e i servizi amministrativi

  • Coordinamento con lo staff di direzione, con le figure di sistema e con gli Assistenti
    Tecnici

  • Partecipazione alla comunità e-twinning e Erasmus

  • Partecipazione   a bandi nazionali,   europei ed internazionali anche attraverso accordi di rete con altre istituzioni scolastiche / Enti / Associazioni / Università 

  • Realizzazione di un portfolio per la certificazione delle competenze acquisite

  • Mettere a disposizione della comunità risorse didattiche gratuite in modalità telematica (podcast, audio video, video e-book, tutorial, playlist)

  • Sperimentare   soluzioni digitali hardware e software   sempre più innovative   e condivisione delle esperienze

  • Realizzazione di una comunità anche online con famiglie e territorio, attraverso servizi digitali che potenzino il ruolo del sito web della scuola e favoriscano il processo di dematerializzazione del dialogo scuola-famiglia.

  • Coordinamento con lo staff di direzione, con le figure di sistema e con gli assistenti
    tecnici.

  • Partecipazione a bandi nazionali, europei ed internazionali anche attraverso accordi
    di rete con altre istituzioni scolastiche / Enti / Associazioni / Università

CREAZIONE DI SOLUZIONI INNOVATIVE

2016-2017

2017-2018

2018-2019

  • Progettazione di una piattaforma e-learning (Google Applications for Education) istituzionale, integrata con il sito web della scuola mediante una rilevazione dei bisogni

  • Ricognizione delle dotazioni tecnologiche di Istituto e loro aggiornamento

  • Diffusione delle risorse di online collaboration e repository di materiale didattico

  • Diffusione della certificazione ECDL tra docenti e studenti

  • Diffusione della didattica project-based

  • Uso delle risorse web based per i servizi di prenotazione aule speciali

  • Educazione ai media e ai social network; utilizzo dei social nella didattica tramite adesione a progetti specifici e peer-education

  • Partecipazione   a bandi nazionali,   europei ed internazionali anche attraverso accordi di rete con altre istituzioni scolastiche / Enti / Associazioni / Università

  • Integrazione della piattaforma e-learning (Google Applications for Education) istituzionale, integrata con il sito web della scuola

  • Costruzione dei curricoli verticali per le competenze digitali

  • Diffusione delle risorse di online collaboration e repository di materiale didattico

  • Diffusione della certificazione ECDL tra docenti e studenti

  • Uso delle risorse web based per tutti i principali servizi amministrativi (richiesta e rilascio certificati, prenotazione aule, modulistica per il personale e per le famiglie)

  • Partecipazione   a bandi nazionali,   europei ed internazionali anche attraverso accordi di rete con altre istituzioni scolastiche / Enti / Associazioni / Università

  • Progettazione di una Radio Web di Istituto

  • Progressivo inserimento e sviluppo della piattaforma e-learning istituzionale nella didattica ordinaria

  • Sviluppo dei curricoli verticali per le competenze digitali

  • Diffusione delle risorse di online collaboration e repository di materiale didattico

  • Diffusione della certificazione ECDL advanced tra docenti e studenti

  • Estensione dell’uso delle risorse web based a tutti i servizi amministrativi

  • Partecipazione   a bandi nazionali,   europei ed internazionali anche attraverso accordi di rete con altre istituzioni scolastiche / Enti / Associazioni / Università

  • Collaborazione   e comunicazione in rete: dalle piattaforme   digitali scolastiche alle comunità virtuali di pratica e di ricerca

  • Realizzazione di una Radio Web di Istituto

 

Il PNSD per il PTOF potrebbe subire variazioni o aggiornamenti a seguito di bisogni o modifiche non prevedibili in fase di programmazione.

L'Animatore Digitale - prof. Paolo Sirabella

Il Team per l'innovazione digitale:

prof. Leonardo Guarisco - prof. Fabio Tassoni

 

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.