Notizie

In questa categoria sono riportate tutte le notizie riportate sul sito, non categorizzate come circolari.

A V V I S O

Il sottoscritto Dirigente scolastico, vista la richiesta in data 07/07/2020 Del Dipartimento X Servizio  II della Città Metropolitana di Roma Capitale, di eseguire  nei giorni 10 ed 11 luglio 2020 urgenti lavori di adeguamento del quadro elettrico dell’Istituto,  ai fini della certificazione antincendio,  e considerato che per eseguire tali lavori mancherà nei predetti giorni la corrente nell’edificio scolastico, rendendo inoperanti le linee telefoniche e la connessione di rete, rende noto che il giorno 10 luglio 2020 saranno sospese tutte le attività amministrative in presenza,  e per motivi di sicurezza non sarà consentito l’accesso all’edificio scolastico, fatta eccezione per  gli addetti ai lavori.

                                                                                                                  Il Dirigente scolastico

                                                                                                                   Prof.  Alberto Cataneo

 

Allegati:

È possibile consultare i programmi svolti

Si avvisano studenti e famiglie che sono disponibili i Programmi Svolti per l'anno scolastico in corso.

Comunicato Delibera del Collegio docenti in ordine alle domande di ammissione alla classe Liceo Matematico a.s. 2020-21

Il Collegio docenti del Liceo Talete, nella riunione del 8 Giugno 2020, a seguito delle polemiche scaturite da alcuni articoli giornalistici, ha considerato la questione dei criteri di ammissione al Liceo Matematico, che come è noto erano stati adottati quest’anno in via straordinaria, non essendo stato possibile, per l’emergenza sanitaria,  effettuare il consueto test selettivo. 

Il Collegio, durante ampio dibattito,  ha confermato di aver preso in merito decisioni corrette sotto il profilo del metodo, in quanto vagliate attentamente dagli Organi collegiali del Liceo, e giuridicamente fondate.

Il Collegio docenti ribadisce inoltre che l’intento era, all’opposto di quanto riferito dagli organi di stampa, proprio quello di assicurare una quota certa alla componente femminile degli studenti che avevano volontariamente fatto domanda di accesso alla sezione Liceo Matematico, scongiurando il rischio che un sorteggio casuale potesse dare esiti sfavorevoli alle alunne richiedenti, il cui numero era di gran lunga inferiore.

Il Collegio ha espresso grande amarezza per i toni accusatori usati da giornalisti e commentatori, che hanno pronunciato parole di condanna aprioristiche e sommarie nei confronti di un Istituto scolastico  da sempre impegnato sul tema dell’inclusione e dei valori civili, come testimoniato dalle tante iniziative realizzate in questi anni, senza considerarne la storia e l’identità e senza dargli adeguato spazio di replica. 

Consapevole che questa polemica aggressiva, sorta da una parziale e distorta conoscenza dei criteri adottati e da una mancata comprensione dei reali intenti che li hanno ispirati,  ha turbato profondamente tutte le componenti del Liceo, il Collegio docenti ha cercato una soluzione alla incresciosa vicenda, che riportasse la serenità, dimostrando che il Liceo Talete mantiene sempre e comunque la massima disponibilità  all’ascolto delle esigenze di tutti e sa comportarsi, quando occorre, in modo flessibile e adatto alle circostanze.

Con il fattivo supporto dell’Ufficio scolastico Regionale del Lazio, nella persona del Direttore Regionale dott. Rocco Pinneri,  che ringraziamo per aver compreso e rispettato tutte le decisioni prese dagli Organi Collegiali del Liceo Talete, è stato possibile individuare una soluzione, grazie ad un potenziamento dell’organico. 

Si è pertanto deliberato che il prossimo anno scolastico 2020-21, per motivi straordinari e in via del tutto eccezionale, considerato l’aiuto fornito dall’Ufficio scolastico Regionale, in deroga a quanto precedentemente deciso, si formeranno due classi, anziché una sola, di Liceo Matematico, consentendo di accogliere tutte le domande presentate. 

Tale soluzione mira principalmente a rassicurare le studentesse e gli studenti di tutte le classi, e le loro famiglie, ripristinando quel clima di serena operosità e condivisione che è un punto di forza della nostra scuola.

Si auspica che il Liceo matematico possa, in futuro, essere riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione come un vero e proprio indirizzo, sostenuto da un organico adeguato.

La vicenda ha fatto emergere i reali ed annosi problemi che il Liceo Talete si trova ad affrontare, a causa dell’inadeguatezza e limitatezza dei locali dell’edificio storico in cui ha sede, che impediscono di accogliere tutte le richieste di iscrizione, e ci costringono ogni anno a respingerne un grandissimo numero.

Il Collegio riafferma che nel Liceo Talete i valori dell’inclusione e della parità di genere sono stati e saranno sempre rispettati e promossi, come testimonia ogni singolo atto della nostra impegnativa opera di formazione ed educazione delle giovani generazioni. 

Roma, 9 Giugno 2020

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prof. Alberto Cataneo

(Firma autografa sostituita a mezzo stampa

ai sensi dell’art. 3 comma 2 del d.lgs. n. 39/1993)

Allegati:

COMUNICATO CONSIGLIO DI ISTITUTO

COMUNICATO DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO

Il Liceo Talete si è sempre contraddistinto per aver categoricamente rifiutato qualsiasi forma di discriminazione e per aver sempre posto l’inclusione e la parità tra studenti all’interno di quei principi inderogabili da applicare in qualsiasi azione e decisione; e non solo perché tutto ciò è previsto dalla nostra Costituzione, ma anche perché esprimono valori umani e civili che appartengono al  pensiero dell’intera comunità del Talete.

Partendo da questi valori, si vuole far riferimento ad alcuni articoli apparsi su organi di stampa, nei quali si stigmatizzano i criteri adottati quest’anno, dagli Organi Collegiali del Liceo Talete per la formazione della classe del cosiddetto Liceo Matematico a.s. 2020-21, adducendo una presunta penalizzazione della componente femminile della scolaresca.

Si respinge nel modo più assoluto qualsiasi interpretazione che possa, anche lontanamente, associare il termine discriminazione al Liceo Talete.

Innanzitutto, è stato erroneamente riportato che il cosiddetto “Liceo Matematico” è una classe di “eccellenza”; in realtà è un percorso opzionale, di sperimentazione didattica, a cui tutti gli alunni che si iscrivono al primo anno possono liberamente chiedere di accedere,  facendone esplicita domanda. Certamente non è mai stato considerato un percorso destinato a studenti “eccellenti”, da trattare in maniera differente, proprio perché il Talete garantisce piena dignità e parità di trattamento a tutti gli studenti, escludendo qualsiasi forma di discriminazione tra le classi.

Poiché le domande al Liceo Matematico sono sempre state di molto superiori ai posti disponibili, in passato si provvedeva ad individuare gli studenti in base ad un test predisposto dall’Università Sapienza di Roma. Quest’anno, a causa dell’emergenza sanitaria, non è stato possibile svolgere la prova scritta in presenza e conseguentemente sono stati individuati criteri alternativi, esaminati e discussi attentamente dal Collegio Docenti e dal Consiglio d’Istituto. Può sembrare opportuno ricordare che questi ultimi sono Organi Collegali, in cui sono rappresentate le componenti dei docenti, dei genitori, degli studenti e del personale ATA, proprio per garantire che tutte le diverse visioni e opinioni venissero rappresentate e approfondite. 

Innanzitutto, tra i criteri di accesso alla classe Matematica, il Talete ha deliberato che venisse attribuita precedenza assoluta agli eventuali alunni con L.104/92. 

E’ stato poi deliberato che, in caso di ex aequo nella graduatoria, si procedesse all’effettuazione di un sorteggio. 

Poiché già negli anni passati, e ancora recentemente in Consiglio d’istituto,  era stata sollevata la questione che il mero criterio selettivo del test non garantiva, a fronte della grande maggioranza di richieste di alunni maschi rispetto alle femmine, la certezza della presenza (o comunque di una presenza adeguata) di alunne, a maggior ragione si è temuto che un sorteggio casuale potesse avere un esito sfavorevole alla componente femminile, fino al caso limite di una sua totale assenza. Quest'anno, grazie alla quota di genere introdotta, si è raggiunta la più alta percentuale di presenza femminile mai riscontrata in una classe di liceo matematico del liceo Talete, garantendo con certezza assoluta pari opportunità ai candidati dei due sessi.

Nel nostro Istituto, la composizione delle classi prevede sempre una equilibrata presenza di alunni di sesso diverso. Pertanto,  si è ritenuto opportuno integrare il criterio del sorteggio con un riferimento alla percentuale di richieste di alunni maschi e alunne femmine, in modo da garantire alle ragazze una quota certa, pari alla percentuale di alunne richiedenti.

Quest’anno la componente maschile dei richiedenti era il 70% del totale, quella femminile del 30%.

Nel caso specifico, il criterio del sorteggio proporzionato è stato ispirato alla tutela del principio di eguaglianza sopravvenuta, e ha voluto considerare la proporzione delle domande presentate dagli studenti di sesso maschile e di sesso femminile, rendendo in tal modo possibile garantire il rispetto della posizione di ciascun "candidato all'iscrizione" e nel contempo di poter formare una classe, in cui si manifestasse quella proporzione di genere che si era venuta spontaneamente a creare per effetto delle domande presentate.

Gli Organi Collegiali, deliberando in tal senso, hanno voluto garantire con certezza la presenza della componente femminile. Nessuna donna, presente negli Organi Collegiali, ha mai pensato che questa soluzione fosse lesiva della dignità femminile e discriminante per le future studentesse.

Nonostante le grandi difficoltà che il Sistema Scuola sta vivendo, la notizia importante è che tutte le studentesse e tutti gli studenti del Talete hanno potuto seguire le lezioni, durante il periodo di emergenza, grazie all’impegno dei loro docenti e della scuola tutta.

Oggi è l’ultimo giorno di scuola. Vogliamo concludere questo messaggio col pensiero rivolto alle nostre alunne e ai nostri alunni, giunti al termine di un anno estremamente difficile, in particolare a coloro che  stanno per cimentarsi con l’esame di Stato, che si svolgerà in condizioni molto particolari. A tutti auguriamo di ritrovare la serenità e la gioia che deve accompagnare il loro futuro percorso di studio e di vita. 

Il Liceo Talete è già al lavoro - nonostante le grandissime difficoltà - per organizzare al meglio la didattica del prossimo anno scolastico.

Roma, 8 Giugno 2020

            

Il Presidente del Consiglio di Istituto

Sig. Gennaro Iasevoli

Il Dirigente scolastico

Prof. Alberto Cataneo

Allegati:

COMUNICATO DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO

COMUNICATO DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO

Il Liceo Talete si è sempre contraddistinto per aver categoricamente rifiutato qualsiasi forma di discriminazione e per aver sempre posto l’inclusione e la parità tra studenti all’interno di quei principi inderogabili da applicare in qualsiasi azione e decisione; e non solo perché tutto ciò è previsto dalla nostra Costituzione, ma anche perché esprimono valori umani e civili che appartengono al  pensiero dell’intera comunità del Talete.

Partendo da questi valori, si vuole far riferimento ad alcuni articoli apparsi su organi di stampa, nei quali si stigmatizzano i criteri adottati quest’anno, dagli Organi Collegiali del Liceo Talete per la formazione della classe del cosiddetto Liceo Matematico a.s. 2020-21, adducendo una presunta penalizzazione della componente femminile della scolaresca.

Si respinge nel modo più assoluto qualsiasi interpretazione che possa, anche lontanamente, associare il termine discriminazione al Liceo Talete.

Innanzitutto, è stato erroneamente riportato che il cosiddetto “Liceo Matematico” è una classe di “eccellenza”; in realtà è un percorso opzionale, di sperimentazione didattica, a cui tutti gli alunni che si iscrivono al primo anno possono liberamente chiedere di accedere,  facendone esplicita domanda. Certamente non è mai stato considerato un percorso destinato a studenti “eccellenti”, da trattare in maniera differente, proprio perché il Talete garantisce piena dignità e parità di trattamento a tutti gli studenti, escludendo qualsiasi forma di discriminazione tra le classi.

Poiché le domande al Liceo Matematico sono sempre state di molto superiori ai posti disponibili, in passato si provvedeva ad individuare gli studenti in base ad un test predisposto dall’Università Sapienza di Roma. Quest’anno, a causa dell’emergenza sanitaria, non è stato possibile svolgere la prova scritta in presenza e conseguentemente sono stati individuati criteri alternativi, esaminati e discussi attentamente dal Collegio Docenti e dal Consiglio d’Istituto. Può sembrare opportuno ricordare che questi ultimi sono Organi Collegali, in cui sono rappresentate le componenti dei docenti, dei genitori, degli studenti e del personale ATA, proprio per garantire che tutte le diverse visioni e opinioni venissero rappresentate e approfondite. 

Innanzitutto, tra i criteri di accesso alla classe Matematica, il Talete ha deliberato che venisse attribuita precedenza assoluta agli eventuali alunni con L.104/92. 

E’ stato poi deliberato che, in caso di ex aequo nella graduatoria, si procedesse all’effettuazione di un sorteggio. 

Poiché già negli anni passati, e ancora recentemente in Consiglio d’istituto,  era stata sollevata la questione che il mero criterio selettivo del test non garantiva, a fronte della grande maggioranza di richieste di alunni maschi rispetto alle femmine, la certezza della presenza (o comunque di una presenza adeguata) di alunne, a maggior ragione si è temuto che un sorteggio casuale potesse avere un esito sfavorevole alla componente femminile, fino al caso limite di una sua totale assenza. Quest'anno, grazie alla quota di genere introdotta, si è raggiunta la più alta percentuale di presenza femminile mai riscontrata in una classe di liceo matematico del liceo Talete, garantendo con certezza assoluta pari opportunità ai candidati dei due sessi.

Nel nostro Istituto, la composizione delle classi prevede sempre una equilibrata presenza di alunni di sesso diverso. Pertanto,  si è ritenuto opportuno integrare il criterio del sorteggio con un riferimento alla percentuale di richieste di alunni maschi e alunne femmine, in modo da garantire alle ragazze una quota certa, pari alla percentuale di alunne richiedenti.

Quest’anno la componente maschile dei richiedenti era il 70% del totale, quella femminile del 30%.

Nel caso specifico, il criterio del sorteggio proporzionato è stato ispirato alla tutela del principio di eguaglianza sopravvenuta, e ha voluto considerare la proporzione delle domande presentate dagli studenti di sesso maschile e di sesso femminile, rendendo in tal modo possibile garantire il rispetto della posizione di ciascun "candidato all'iscrizione" e nel contempo di poter formare una classe, in cui si manifestasse quella proporzione di genere che si era venuta spontaneamente a creare per effetto delle domande presentate.

Gli Organi Collegiali, deliberando in tal senso, hanno voluto garantire con certezza la presenza della componente femminile. Nessuna donna, presente negli Organi Collegiali, ha mai pensato che questa soluzione fosse lesiva della dignità femminile e discriminante per le future studentesse.

Nonostante le grandi difficoltà che il Sistema Scuola sta vivendo, la notizia importante è che tutte le studentesse e tutti gli studenti del Talete hanno potuto seguire le lezioni, durante il periodo di emergenza, grazie all’impegno dei loro docenti e della scuola tutta.

Oggi è l’ultimo giorno di scuola. Vogliamo concludere questo messaggio col pensiero rivolto alle nostre alunne e ai nostri alunni, giunti al termine di un anno estremamente difficile, in particolare a coloro che  stanno per cimentarsi con l’esame di Stato, che si svolgerà in condizioni molto particolari. A tutti auguriamo di ritrovare la serenità e la gioia che deve accompagnare il loro futuro percorso di studio e di vita. 

Il Liceo Talete è già al lavoro - nonostante le grandissime difficoltà - per organizzare al meglio la didattica del prossimo anno scolastico.

Roma, 8 Giugno 2020

            

Il Presidente del Consiglio di Istituto

Sig. Gennaro Iasevoli

Il Dirigente scolastico

Prof. Alberto Cataneo

Allegati: