Lettera del Preside alle Studentesse, gli Studenti e i Genitori

Cari Studentesse e Studenti, cari Genitori,

l’anno scolastico 2020-21 sta per cominciare, mancano pochi giorni.  

Vorrei dirvi che tutto è a posto e che non ci sono problemi.

La verità è che sarà un anno molto particolare, diverso da quelli “normali” pre-Covid, ma anche da quello precedente, che ricordiamo bene. Di sicuro sarà un anno complicato, ma non ci dobbiamo scoraggiare.

Durante l’estate  abbiamo fatto, come scuola,  un enorme sforzo per assicurare l’offerta formativa migliore possibile, considerati i seri  limiti strutturali dell’edificio che ospita il Liceo Talete.

Docenti e Personale ATA si sono prodigati, ma anche genitori ed alunni hanno collaborato, dimostrando che il Talete è una comunità viva.

 

Siamo partiti da una situazione molto difficile: alcune aule dell’Istituto non risultavano  più utilizzabili per la didattica, in base alle nuove prescrizioni di distanziamento; molte altre evidenziavano una capienza inadeguata alla numerosità delle classi. Per forza di cose, abbiamo rinunciato al sistema DADA, che ci aveva consentito di sfruttare anche i locali  meno ampi.

Per non ricorrere massicciamente alla didattica a distanza, l’unica possibilità è stata  quella di reperire degli spazi esterni, presso una sede succursale, dove collocare le classi più numerose.

Con l’aiuto dell’Ufficio scolastico regionale e della Città Metropolitana, abbiamo individuato delle aule presso un Istituto paritario vicino, in via Cola di Rienzo, che ci consentiranno di assicurare a tutte le classi prime la didattica in presenza e di ridurre, per le altre classi, la didattica a distanza a una settimana ogni tre.

Date le premesse, si tratta di un buon  risultato.

Sappiamo che la stipula del contratto di locazione è questione di giorni; le aule sono già attrezzate,  contiamo quindi di poter attivare la succursale entro la fine del mese.

Provvisoriamente, nelle prime settimana tutte le classi saranno ospitate nella sede principale, e svolgeranno un orario ridotto, anche per i consueti problemi organizzativi,  indipendenti dalla nostra volontà, che tutti gli anni ci troviamo ad affrontare.

Le aule del Talete sono state arredate secondo i criteri di distanziamento, le misure sono state prese accuratamente, la sanificazione è stata effettuata, l’aerazione dei locali è garantita:  ci sono tutte le condizioni per studiare e lavorare in sicurezza.

Siamo in attesa che vengano consegnati i restanti  banchi singoli richiesti: è questo il motivo per cui non li troverete in tutte le aule, nonostante la fornitura ricevuta ad agosto.  In alcuni casi abbiamo dovuto ricorrere ai banchi doppi e alle ribaltine, ma si tratta di una soluzione provvisoria, che a breve sarà superata.

Le aule sono state dotate di proiettori o di schermi smart TV, la connessione di rete è stata potenziata.

Le lezioni si svolgeranno regolarmente, sia in presenza che a distanza, ma i tempi saranno organizzati in modo da consentire l’aerazione e la sanificazione periodiche; per studentesse e studenti sono previste alcune pause e un intervallo.

Chiedo a tutti di accettare l’idea che la situazione generale impone, inevitabilmente,  qualche sacrificio: la vita scolastica sarà più complicata, gli ingressi e le uscite saranno scaglionati, la mobilità all’interno dell’istituto sarà limitata e bisognerà rispettare rigorosamente le regole di distanziamento e le altre precauzioni igieniche.

Non sarà facile, lo sappiamo, ma dovrà essere fatto, perché non ci sono alternative.

Ci sono momenti in cui la vita ci mette a dura prova, e anche quello che dovrebbe essere scontato diventa un’impresa irta di difficoltà, che richiede pazienza, disciplina, sacrifici, ma anche un po’ di ottimismo.

Prendiamola come una sfida, ed impegniamoci per vincerla insieme.

E’ accaduto l’anno scorso: abbiamo affrontato l’imprevedibile,  eppure  ne siamo venuti fuori. Avverrà anche quest’anno, se ognuno farà la propria parte, se condivideremo un atteggiamento positivo di fronte alle difficoltà, se coglieremo l’occasione di crescita che questi tempi difficili rappresentano.

Dal profondo del cuore, buon anno scolastico a tutti voi.

Roma, 10 Settembre 2020

Il Dirigente scolastico

Prof. Alberto Cataneo

Allegati:

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.