Il nostro istituto

Invio programmi svolti

Tramite il link contenuto in questa pagina è possibile, entro il termine previsto dal calendario delle attività, inviare i programmi svolti e le relazioni finali per l'anno in corso.

E' fondamentale, prima di passare all'invio,  preparare i files da inviare seguendo scrupolosamente le indicazioni contenute in Istruzioni caricamento programmazioni.

A tale scopo è stato predisposto un nuovo modulo che permetterà un caricamento semplificato (fino a 10 files per volta).

E' necessario effettuare un login con le credenziali di @liceotalete.it

 

INVIA I PROGRAMMI SVOLTI

 

Mobilità studentesca

In considerazione del costante incremento delle esperienze di studio compiute all’estero, dai nostri studenti (trimestre, semestre, anno scolastico ), da alcuni anni il Talete si avvalere di due referenti (prof.sse Amabile e Quartapelle) per la moblità studentesca, al fine di chiarire e di uniformare gli adempimenti richiesti per gli alunni che fanno questa esperienza di studio all’estero.


Il MIUR ha ritenuto opportuno fornire, con la nota prot. n. 843 del 10/4/2013, le Linee di indirizzo sulla mobilità studentesca internazionale individuale. (allegato 1).
Secondo quanto ribadito nelle Indicazioni Nazionali dei Licei, le esperienze di studio e formazione all’estero degli studenti vengono considerate parte integrante dei percorsi di formazione e istruzione.
In tale ottica, le esperienze di studio o formazione compiute all’estero dagli alunni per periodi non superiori ad un anno scolastico, e da concludersi prima dell’inizio del nuovo anno scolastico, sono valide per la riammissione nell’istituto di provenienza e sono valutate ai fini degli scrutini, sulla base della loro coerenza con gli obiettivi didattici previsti dalle Indicazioni Nazionali dei Licei (art. 192, c. 3 D. Lgs.vo 297/ 1994 e nota MIUR prot. n. 2787/ 20.04.2011. Titolo V, Oggetto: Soggiorni di studio alll'estero).


Come evidenziato nella già citata nota del MIUR prot. 843/2013, è importante che gli studenti e le Famiglie che si orientano per un percorso di studio all’estero, siano consapevoli che la partecipazione a tali esperienze implica un coinvolgimento delle risorse cognitive, affettive e relazionali dello studente, riconfigurando valori, identità, comportamenti e apprendimenti in un’ottica che contribuisce a sviluppare competenze di tipo trasversale, oltre a quelle più specifiche legate alle discipline.


Il Contratto Formativo (allegato 2) definisce le competenze dei singoli soggetti.
La  scuola  ha stilato un "Vademecum per la Mobilità Studentesca Individuale" (allegato 3), al fine di facilitare lo svolgimento delle diverse fasi (prima - durante- dopo) e un fac-simile di domanda di mobilità all'estero (allegato 4).


Tutta la documentazione relativa alla mobilità studentesca all'estero è reperibile sul sito del liceo Talete, alla voce Mobilità studentesca (patto formativo, scheda anagrafica, facsimile di domanda ).


Dal corrente anno scolastico è stata creata una piattaforma Google Classroom alla quale gli studenti dovranno accedere, durante la loro permanenza all'estero, per prendere visione dei contenuti minimi , per ogni singola disciplina, che saranno poi oggetto del colloquio da sostenere al rientro in Italia.
Il Consiglio di classe ha il compito di riconoscere e di valutare le competenze acquisite durante l'esperienza all'estero, considerandola nella sua globalità e valorizzandone i punti di forza e gli apprendimenti non formali, nonchè le competenze trasversali acquisite dallo studente.
Le valutazioni riportate nella scuola straniera (incluso il voto di comportamento), insieme all'esito del colloquio, determineranno i voti e la definizione della media scolastica per l'attribuzione del credito scolastico, nell'ambito delle relative bande di oscillazione previste dalla normativa vigente.

 

 

 

Allegati:

PTOF

Il Liceo Talete su ScuolaInChiaro: QUI

 

PTOF 2019-2022

Allegati:
  • Scarica questo file (RMPS48000T-201922-201920-20191223.pdf)PTOF 2019-2022 webmaster 1861 kB 06-06-2017 21:05 23-12-2019 11:24

Coordinatori di Dipartimento

DIPARTIMENTI DISCIPLINARI a.s. 2019/20
 
  • Dipartimento di Lettere  prof.ssa Angelica Lidia Russi e prof.Luca La Pietra
  • Dipartimento di Matematica prof.ssa Maria Alberta Bungaro e prof. Marco Ierovante
  • Dipartimento di Inglese prof.ssa Susanna Rita Petrillo
  • Dipartimento di Storia e Filosofia prof.ssa Marta Di Dedda
  • Dipartimento di Scienze prof.ssa Maria Luisa Tibaldeschi
  • Dipartimento di  Scienze Motorie prof. Sergio Mignardi
  • Dipartimento di Religione prof. Giuseppe Di Pietro
  • Dipartimento di Arte e Disegno prof. Giovanni Gregorio Vernich
 
 

Consiglio d'Istituto e Giunta Esecutiva

Il consiglio d’istituto del Liceo Scientifico Talete di Roma è costituito da 14 membri: il dirigente scolastico; 8 docenti; 1 genitore (eletto presidente);  4 studenti. Dura in carica 3 anni, con esclusione della componente studentesca che si rinnova ogni anno.
Il consiglio d’istituto è l’organo collegiale di governo dell’istituzione scolastica.
Come tale esercita la funzione di indirizzo politico-amministrativo, definendo gli obiettivi e i programmi da attuare; elabora e adotta gli indirizzi generali (criteri) e determina le forme di autofinanziamento della scuola, mentre la gestione dell’istituzione e le relative responsabilità fanno capo al dirigente scolastico.
L’esercizio della funzione di indirizzo del consiglio trova la sua massima espressione attraverso l’approvazione del programma annuale proposto dalla giunta esecutiva (bilancio di previsione); l’adozione del Regolamento interno; l’adozione del Piano Triennale dell’Offerta formativa (PTOF); l’individuazione dei criteri generali su diverse materie che regolano la vita della scuola.
 
In materia finanziaria e patrimoniale il D.I. n 44 dell’1 febbraio 2001 (Regolamento concernente le Istruzioni generali sulla gestione amministrativo-contabile delle istituzioni scolastiche) specifica che il consiglio:
       approva il programma annuale;
       ratifica i provvedimenti del dirigente che dispongono i prelievi dal fondo di riserva;
       verifica lo stato di attuazione del programma annuale e vi apporta le modifiche necessarie (variazioni);
       decide in ordine all’affidamento del servizio di cassa;
       stabilisce il limite del fondo minute spese da assegnare al direttore dei servizi generali ed amministrativi (DSGA);
       approva il conto consuntivo;
       (Ulteriori compiti sono attribuiti al CDI per quanto riguarda espressamente le aziende agrarie; le aziende speciali e i convitti, non presenti nella nostra scuola.)
 
In materia di attività negoziale il consiglio di istituto delibera in ordine:
       alla accettazione e alla rinuncia di legati, eredità e donazioni;
       alla costituzione o compartecipazione a fondazioni, alla costituzione o compartecipazione a borse di studio;
       all’accensione di mutui e in genere ai contratti di durata pluriennale;
       ai contratti di alienazione, trasferimento, costituzione, modificazione di diritti reali su beni immobili appartenenti alla istituzione scolastica, previa verifica, in caso di alienazione di beni pervenuti per effetto di successioni a causa di morte e donazioni, della mancanza di condizioni ostative o disposizioni modali che ostino alla dismissione del bene;
       all’adesione a reti di scuole e consorzi;
       all’utilizzazione economica delle opere dell’ingegno;
       alla partecipazione della scuola ad iniziative che comportino il coinvolgimento di agenzie, enti, università, soggetti pubblici o privati;
       all’eventuale individuazione del superiore limite di spesa di cui all’articolo 34, com. 1 del D.I. 44/2001;
       all’acquisto di immobili.
Al consiglio di istituto spettano, infine, le deliberazioni relative alla determinazione dei criteri e dei limiti per lo svolgimento, da parte del dirigente, delle seguenti attività negoziali:
       contratti di sponsorizzazione;
       contratti di locazione di immobili;
       utilizzazione di locali, beni o siti informatici, appartenenti alla istituzione scolastica, da parte di soggetti terzi;
       convenzioni relative a prestazioni del personale della scuola e degli alunni per conto terzi;
       alienazione di beni e servizi prodotti nell’esercizio di attività didattiche o programmate a favore di terzi;
       acquisto ed alienazione di titoli di Stato;
       contratti di prestazione d’opera con esperti per particolari attività ed insegnamenti;
       partecipazione a progetti internazionali.
 
Aspetti generali di indirizzo e funzionamento
(dall’art. 10 Testo unico 297/1994).
Il consiglio di istituto delibera relativamente a:
-        adattamento del calendario scolastico alle specifiche esigenze ambientali;
-        criteri generali per la programmazione educativa;
-        criteri per la programmazione e l'attuazione delle attività parascolastiche, interscolastiche, extrascolastiche, con particolare riguardo ai corsi di recupero e di sostegno, alle libere attività complementari, alle visite guidate e ai viaggi di istruzione;
-        promozione di contatti con altre scuole o istituti al fine di realizzare scambi di informazioni e di esperienze e di intraprendere eventuali iniziative di collaborazione;
-        partecipazione del circolo o dell'istituto ad attività culturali, sportive e ricreative di particolare interesse educativo;
-        forme e modalità per lo svolgimento di iniziative assistenziali che possono essere assunte dal circolo o dall'istituto.
-        criteri generali relativi alla formazione delle classi, all'assegnazione ad esse dei singoli docenti, all'adattamento dell'orario delle lezioni e delle altre attività scolastiche alle condizioni ambientali e al coordinamento organizzativo dei consigli di classe; esprime parere sull'andamento generale, didattico ed amministrativo, del circolo o dell'istituto, e stabilisce i criteri per l'espletamento dei servizi amministrativi.
-        Esercita le competenze in materia di uso delle attrezzature e degli edifici scolastici ai sensi dell'articolo 94.
 
(dal vigente Ccnl del comparto scuola).
Il consiglio di istituto delibera relativamente a:
-        Modalità e criteri per lo svolgimento dei rapporti con le famiglie e gli studenti, assicurando la concreta accessibilità al servizio, pur compatibilmente con le esigenze di funzionamento dell'istituto e prevedendo idonei strumenti di comunicazione tra istituto e famiglie (sulla base delle proposte del collegio dei docenti);
-        Attività da retribuire con il fondo d’istituto, acquisita la delibera del collegio docenti (PTOF e progetti).
 

 

Consiglio d'Istituto

Cognome e NomeComponente
Cataneo Alberto  dirigente scolastico
Iasevoli Gennaro genitore (presidente)
Alessandra Tomei docente
Chiara Malandrucco docente
Claudia Alberico docente
Marco Ierovante docente
Maria Antonietta Frasciello docente
Maria Teresa Zampogna docente
Riccardo Benini docente
Elio Di Lella genitore
Massimo Garzilli genitore
Stefania Marcon genitore
Adriano De Bonis studente
Alessandro Vittorio Turco studente
Francesco Maiella studente
Michele Bonifazi studente

 

Giunta Esecutiva

Cognome e NomeComponente
Cataneo Alberto  dirigente scolastico (presidente)
Gennaro Iasevoli genitore
  docente

Open Day

 

 Open Day 2019/2020

sabato 23 novembre 2019 dalle 10:00 alle 12:30

mercoledì 11 dicembre 2019 dalle 16:00 alle 18:00

sabato 18 gennaio 2020 dalle 10:00 alle 12:30

 
 

Per informazioni scrivere a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Prof.ssa Silvia Lanaro – Prof.ssa Giusi Grimaldi (referenti dell’orientamento in entrata) 

 
Indirizzo:  Via Gabriele Camozzi, 2-4     00195 Roma (quartiere Prati)
Tel. 06/121124305 – 06/121124306
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
 
Allegati:

Liceo Matematico

 

 

 

Il Liceo Matematico (LM) nasce nel 2014 come progetto di ricerca del Dipartimento di Matematica dell'Università di Salerno. Per il suo carattere fortemente interdisciplinare, il progetto ha coinvolto immediatamente altri 6 dipartimenti dello stesso Ateneo: Lettere, Filosofia, Ingegneria, Statistica, Fisica, Architettura. Si è poi esteso ad altre sedi (tra cui Roma, Torino,Firenze, Milano, Udine)

I tre pilastri su cui si fonda il Liceo Matematico di Salerno sono: interdisciplinarità ; didattica laboratoriale; elaborazione di percorsi didattici in cui affrontare temi matematici che non hanno ancora trovato posto nel curriculum. Questi pilastri affondano le loro radici nella tradizione della didattica della matematica della scuola di Federigo Enriques, Guido Castelnuovo, Bruno de Finetti ed Emma Castelnuovo .

La sperimentazione del LM è consentita solo se gli insegnanti di Matematica seguono un percorso formativo consistente in seminari e attività di ricerca di didattica laboratoriale presso le sedi universitarie che partecipano al progetto. Negli incontri con i docenti universitari vengono proposte le attività che si intendono realizzare nelle classi e concordate le modalità di verifica.

Per quanto riguarda il Liceo Talete, le attività di formazione sono state realizzate dal Dipartimento di Matematica della Sapienza sotto la direzione del Prof. Carlo Bernardi. Il protocollo di intesa è stato firmato dal direttore di Dipartimento prof . Riccardo Salvati Manni e dal D.S. del Liceo Talete prof. Alberto Cataneo. Il Liceo Talete partecipa anche agli incontri della rete di scopo dei licei matematici del Lazio con scuola capofila il Liceo Nomentano.

Sul sito della scuola è presente questa sezione dove verranno caricaei tutte le schede di lavoro del LM, in modo che siano fruibili da tutti coloro che vogliano sperimentare le attività nelle proprie classi.

 

Materiale didattico

Liceo Matematico 2018-19 

Liceo Matematico 2019 20 Classe 1M

Liceo Matematico 2019 20 Classe 2M